Il loro nome in inglese definisce l’avamposto fortificato che circonda un castello ed è un richiamo al Barbican Centre, celebre palco londinese che li ha visti debuttare nel 2015. Apprezzati per intensità d’interpretazione e virtuosismo, nel 2022 si sono aggiudicati il Primo premio al prestigioso ARD International Competition di Monaco di Baviera, ricevendo anche il Genuine Classic Prize e il Gewa Prize. Sono i quattro strumentisti del Barbican Quartet – Amarins Wierdsma (violino), Kate Maloney (violino), Christoph Slenczka (viola) e Yoanna Prodanova (violoncello) – i protagonisti del quarto concerto della rassegna cameristica Lingotto Giovani in programma mercoledì 20 marzo, alle 20.30 in Sala 500.

Il programma proposto dal pluripremiato ensemble britannico affianca due capolavori classici della letteratura quartettistica di ogni tempo: le trascrizioni mozartiane per archi di Cinque fughe dal Clavicembalo ben temperato di Johann Sebastian Bach e il Quartetto n. 15 in la minore op. 132 composto da Ludwig van Beethoven nella sua ultima fase creativa.