Il pianismo esuberante, la natura indomita e la raffinatezza interpretativa di un’artista con la rara sensibilità di dare senso a ogni nota. È Hélène Grimaud la protagonista del concerto che Lingotto Musica presenta martedì 28 febbraio, alle 20.30, all’Auditorium “Giovanni Agnelli”. Donna rinascimentale dai molteplici talenti, impegnata da anni nella tutela ambientale e nell’attivismo sociale, la grande pianista francese debutta al Lingotto accanto alla Camerata Salzburg, storica formazione nata in seno al Mozarteum di Salisburgo, al suo ritorno in stagione sotto la guida del primo violino concertatore Giovanni Guzzo dopo i concerti nel 2000, 2016 e 2017.

Al centro della serata due capolavori in modo minore di straordinaria tensione espressiva che rientrano fra i suoi “cavalli di battaglia”, i Concerti per pianoforte e orchestra KV 466 di Mozart e op. 54 di Schumann, inframezzati dalla Sinfonia KV 543, sempre di Mozart, proposta dalla compagine salisburghese.